Intervista con un esperto di smart lighting

Enzo Peres, Product Manager SMART+ di LEDVANCE, spiega il fascino dell'illuminazione smart

Trasloco? Ristrutturazione? Nuovo arredamento? Mai sottovalutare l’importanza dell’effetto wow. Che si tratti di gestire tutte le luci da un'app o tramite controllo vocale, le novità interessanti per la casa non mancano. Abbiamo parlato con l'esperto di smart lighting Enzo Peres per saperne di più.

Smart+

Enzo Peres ha solo lampade Smart a casa. E cerca di tenersi sempre aggiornato. "Non appena sento parlare di nuovi prodotti, non vedo l'ora di farli miei", ci dice. Fortunatamente Peres, nel suo ruolo di Product Manager SMART+ di LEDVANCE, ha spesso la possibilità di provare le ultime lampade e gli aggiornamenti software prima che arrivino sul mercato. "I momenti di sorpresa e meraviglia sono frequenti nel mio lavoro", afferma. Ciò che è emozionante è che questi momenti possono diventare comuni, nelle case di tutti. Lo smart lighting è attualmente una tendenza di punta nell'interior design ed è molto più semplice da configurare di quanto si possa pensare.

Non è necessario ricablare, ma serve l'accesso a Internet
"Iniziare è facile", afferma Peres, "non c'è bisogno di strumenti particolari o ricablaggi". Per prima cosa è necessario un sistema Smart Home, come OSRAM LIGHTIFY o Philips Hue. È quindi possibile acquistare diversi prodotti SMART+, che si collegano al sistema in modalità wireless. Poi bastano una connessione Internet e uno smartphone per scaricare l'app Smart Home.

In ogni caso, è sempre possibile iniziare in piccolo: "È possibile sperimentare poco a poco l'illuminazione intelligente", spiega, "ad esempio testando prima una sola lampadina o solo una stanza." Per Peres, un importante passo iniziale è decidere per quale scopo si desidera utilizzare questa tecnologia e raggruppa i principali vantaggi in quattro categorie: personalizzazione, comfort, sicurezza e risparmio.

Iniziamo con la personalizzazione. Lo smart lighting consente di cambiare l’atmosfera di una stanza in pochi secondi, fa risparmiare tempo e di certo contribuisce a stupire gli ospiti. "Prendi ad esempio un soggiorno", dice Peres, "qui puoi avere dei faretti a soffitto, una lampada da tavolo e una lampada da terra. Usando questi elementi in diverse combinazioni, o con varie tonalità di luci o colori, è possibile modificare sostanzialmente l'aspetto della stanza. Con l'illuminazione intelligente, è possibile pre-programmare diversi scenari luminosi e quindi attivarli con un semplice click".

Grande comfort con il sensore di movimento SMART+
"Per coloro che sono più interessati al comfort, SMART+ Motion Sensor potrebbe essere la risposta." Le lampadine possono essere impostate per accendersi quando entri in una stanza, o spegnersi se una stanza rimane vuota per un po' di tempo. È possibile programmare diversi livelli di luminosità in base all'ora del giorno, in modo che di notte, ad esempio, resti accesa solo una lampadina dimmerata. Secondo Peres, in futuro i sensori intelligenti potrebbero sostituire completamente gli interruttori della luce.

Poi c’è la sicurezza. "Lo smart lighting può essere utilizzato per dare l'impressione che qualcuno sia a casa quando non lo è". Mentre gli interruttori con timer meccanico possono essere impostati solo per accendere/spegnere le lampadine alla stessa ora ogni giorno, l'illuminazione intelligente fornisce uno schema più casuale (e quindi più realistico).

Smart+

Smart+

Infine c’è il beneficio finanziario. "I sensori consentono di evitare sprechi e questo, in combinazione con il ridotto consumo energetico e i minimi costi di manutenzione dei LED, può far risparmiare denaro", spiega Peres.

Trend all'avanguardia: controllo della luce tramite voce con Amazon Echo
Altro da aggiungere? "Sì, l'illuminazione intelligente è divertente!" L’ultima novità che il nostro esperto Smart non vede l'ora di provare è Amazon Echo. Ora lo speaker a comando vocale può essere collegato alle lampadine SMART+, il che significa che è possibile modificare le impostazioni di illuminazione utilizzando istruzioni vocali. "Non devi nemmeno parlare direttamente allo speaker: è come se un'altra persona fosse nella stanza e ti ascoltasse ", dice. Per questo, tuttavia, è necessario un sistema Smart Home, come OSRAM LIGHTIFY o Philips Hue.

Nel corso degli ultimi decenni, non sono certo mancate invenzioni e innovazioni. In passato si è trattato di lavatrici o telefoni cordless; oggi si parla di illuminazione intelligente… Soluzioni smart che, oltre a stupire, aiutano anche a risparmiare! Con il continuo evolversi della tecnologia e il miglioramento costante dell’usabilità grazie ai feedback del mercato, possiamo aspettarci altre novità interessanti.